Argov, Zohar (1955-1987)

Zohar Argov, il cui vero nome era Zohar Orkabi è un cantante israeliano, nato nella città di Rishon LeZion in Israele, il 16 luglio 1955. Di origine yemenita, di famiglia modesta, Zohar Argov è il maggiore di dieci figli. Fin da bambino coltiva un certo dono per il canto, soprattutto all’interno della comunità yemenita.

Fin dall’inizio della sua carriera, la sua musica, molto apprezzata dai soldati, è ascoltata in tutte le basi militari, anche se per motivi familiari non ha potuto prestare servizio nell’esercito.

Il suo primo album Elinor (1981), presenta il titolo “Sod HaMazalot” (“Il segreto dello zodiaco”) e “Mah Lakh Yaldah” (“Che ti succede ragazzina?”), in omaggio alla sua ex moglie , Braha. E nel 1982, vince il titolo di miglior cantante israeliano al celebre festival musicale “Lamnatséah Shir Mizmor” con la sua hit “HaPerah BeGani” (Il fiore del mio giardino).

zohar_festival_500px.jpgI suoi successi musicali gli permettono di mettere da parte i suoi problemi personali, in particolare la sua dipendenza alla droga. È uno dei primi cantanti israeliani a raggiungere il successo commerciale e nazionale nel campo della musica di stile mediorientale (Mizrahi). E la sua crescente popolarità, insieme ad Avihou Medina, Haïm Moshe e Margalit Tzanani, contribuisce al riconoscimento degli ebrei orientali di fronte all’egemonia ashkenazita in Israele.

Le canzoni di Zohar Argov hanno per temi : l’amore, il dolore, la delusione e la gioia. È considerato da molti un prodigio della musica israeliana.

« Poteva fare registrazioni perfette in una sola presa, e quando gli si chiedeva di fare un’altra presa, poteva perfettamente cantare una versione completamente diversa » Nancy Brandes, arrangiatore e direttore d’orchestra.

Il 6 novembre 1987, all’età di 32 anni, Zohar Argov si suicida nella sua cella a Rishon LeZion, la sua città natale, una notte dopo il suo arresto da parte della polizia.

Dopo la sua morte, Zohar Argov ha continuato a mantenere il suo status indiscusso di Re “HaMelekh” della musica orientale in Israele. Il suo significativo contributo alla cultura israeliana è stato ampiamente riconosciuto. La casa discografica per tutti, Hed Artzi, gli ha dedicato un doppio album The Best of Zohar Argov. Un lungometraggio sulla sua vita, intitolato Zohar, è uscito nel 1993, seguito da uno spettacolo teatrale al Cameri Theatre di Tel Aviv nel 2010.

Dal 2007 due strade portano il suo nome, a Rishon Lezion ed a Tel Aviv.

Guardare un « medley live » ad un matrimonio che ha animato negli anni ’80:

Condividere :

Vi piacerà anche

Trittico Darius Milhaud

Sabato 29 giugno 2024, ore 18.30 - Salle du Moulin Saint-Julien, Cavaillon (84300), serata in occasione del 50° anniversario della…

DAI CARPAZI AI BALCANI – UNA FUGA MUSICALE DA OVEST AD EST DEL DUO KALARASH & GUESTS

Il 16 giugno 2024, alle ore 18.00, presso l'Espace Rachi (Parigi 5e), concerto Des Carpates aux Balkans - Une escapade…

Workshop di Ballo klezmer con il gruppo Kalarash

Il 16 giugno 2024, dalle 11.00 alle 13.00, presso l'Espace Rachi Guy de Rothschild (Parigi 5e), workshop di ballo klezmer…

Yerushalayim shel zahav (Jerusalem of Gold)

Questa playlist contiene 12 versioni della famosa canzone di Naomi Shemer, Gerusalemme d'oro (ירושלים של זהב - Yerushalayim shel zahav),…