Arrouasse, Maurice (1932-2017)

di Avner Azoulay

Nato a Tlemcen (Algeria) il 31 luglio 1932, in una famiglia di dieci figli, Maurice Arrouasse proviene da una famiglia modesta ma felice. Felice fu anche la vita sociale tra le diverse comunità religiose che costituivano l’Algeria prima dell’indipendenza, fino all’anno 1962 quando il giovane Maurice Arrouasse e la sua famiglia furono costretti a raggiungere il porto della città di Orano per salire su una nave (la “Ville d’Oran”) diretta in Francia. La traversata durerà 36 ore prima che la famiglia raggiunga Marsiglia. Gli Arrouasse si trasferiscono quindi a Parigi in treno, un viaggio che all’epoca durava dalle 11 alle 12 ore.

1.famille_de_ma_avec_les_enfants_300px_vertic.jpgGli inizi della nuova vita parigina di Maurice Arrouasse sono difficili prima di riuscire a stabilizzarsi geograficamente e finanziariamente. Poco dopo il suo arrivo a Parigi, Maurice Arrouasse è prima assunto come tecnico di saldatura nella Società Saint Gobin, poi nel 1976 apre la sua prima attività di lavanderia a gettoni.

Lo stesso anno, in occasione della bar mitzvah del figlio Serge, da lui stesso organizzata, si lancia in una nuova attività di ristorazione, in un’epoca nella quale il cibo kosher non era ancora molto diffuso, a Parigi, come lo è oggi. Otterrà la certificazione kosher all’inizio degli anni ’80, contestualmente al suo ingresso, tramite l’amico e conduttore radiofonico Maurice Azoulay, a Radio Shalom, la giovanissima radio libera parigina ebrea creata nel 1981.

2._a_radio_shalom_300px_horiz.jpgSu queste onde animerà per una trentina d’anni “Orientissimo”, un programma di musica giudaico-orientale che offriva la possibilità agli ascoltatori di dedicare un brano musicale in diretta alla propria famiglia o agli amici. Attraverso il suo spettacolo, Maurice Arrouasse ha saputo intrecciare con i suoi numerosi ascoltatori un’atmosfera familiare, durante i suoi tre decenni al microfono. Durante le sue numerose trasmissioni ha ricevuto anche i più grandi nomi della musica orientale.

Titolare di un’importante collezione di musica orientale e desideroso di preservare questo prezioso patrimonio, Maurice Arrouasse ha depositato nel 2015 presso l’Istituto Europeo delle Musiche Ebraiche più di 300 documenti, principalmente registrazioni, ma anche foto di famiglia. Questo fondo Maurice Arrouasse può ora essere consultato nel catalogo delle collezioni EIJM o su appuntamento.

Maurice Arrouasse ci ha lasciato il 4 ottobre 2017, durante le festività ebraiche del mese di Tichri, lasciando in eredità alle generazioni future una documentazione che permette una migliore conoscenza delle musiche ebraiche del Nord Africa e del Medio Oriente.

Consultare il Fondo Maurice Arrouasse

Vi piacerà anche

Tsuzamen – Sirba Octet

Questo album è una formidabile testimonianza di speranza: quella degli ebrei, degli armeni, degli zingari, i cui repertori sono stati…

Fondo Jacinta

Depositato all’IEMJ nel maggio del 2022 dall’artista, il Fondo d’archivio di Jacinta è composto da una quarantina di fotografie, dalla…

JACINTA, TRA CANZONI YIDDISH, GIUDEO-SPAGNOLE E TANGO

Nella serie "Percorsi di vita", scoprite la personalità accattivante di Jacinta, un'interprete di origine argentina che canta l’yiddish, il giudeo-spagnolo...…

JACINTA, UNA VITA IN CANZONE

Scoprite una selezione di canzoni yiddish, giudeo-spagnole, argentine e francesi di Jacinta, un'artista dalla voce d'oro