Lebas, Renée (1917-2009)

Articolo ispirato da Wikipedia e riveduto da Patrick Berman (PLAYLIST in fondo alla pagina)

Nata a Parigi il 23 aprile 1917, Renée Lebas (nata Leiba) vive con i suoi genitori, ebrei rumeni immigrati in Francia, e sua sorella minore, nel quartiere della Bastiglia. Alla fine degli anni ’30 fa amicizia con Nathan Korb, il futuro Francis Lemarque.

Fino al 1937 esercita vari mestieri, dattilografa, ballerina, giornalista, prima di vincere un concorso radiofonico organizzato da Radio-Cité. Inizia quindi la sua carriera di cantante al cabaret La Conga, rue de la Fontaine dove incontra Raymond Asso. Registra il suo primo album nel 1939 e firma un contratto con Pathé nel maggio 1940.

Nel giugno 1940, bandita dall’occupante nazista, si reca nella zona libera dove si esibisce a Cannes nel 1941, accompagnata sulla scena dal pianista Michel Emer. Gli compone e scrive D’l’autre côté de la rue mentre Paul Misraki gli propone di creare Insensiblement.

Renée Lebas - Pleyel 1954
Renée Lebas – Pleyel 1954

Nel luglio del 1942, è il dramma, la sorella minore ed il padre sono presi nella retata del Vel’ d’hiv’. Su consiglio di Francis Carco, decide di rifugiarsi in Svizzera a Losanna.

Nel 1942 registra Insensiblement et D’l’autre côté de la rue, che esegue alla radio della Svizzera romanda, pensando alla situazione in Francia. Nel 1943 registra 14 juillet del famoso compositore antinazista Gilles Jean-Vilard e la canzone Exil scritta da François Reichenbach, anch’egli esiliato in Svizzera.

Alla Liberazione, torna a Parigi dove è la prima a registrare un disco negli studi parigini. Decide allora di esibirsi sulla scena : all’ABC e al Teatro dell’Étoile nel 1946, poi all’Européen, all’Alhambra ed a Bobino.

Renée Lebas Photo dédicacée
Renée Lebas Foto con dedica

Si circonda di autori e musicisti eccezionali, tra cui Norbert Glanzberg e Wal-Berg, così come Emil Stern che comporrà per lei nel 1946 Où es-tu mon amour ? (su di un testo di Eddy Marnay). Questi stessi autori e compositori realizzeranno per lei la canzone La fontana di Varsavia sul tema della Shoah.

Crea La Mer di Charles Trenet alla fine del 1945, con Roland Gerbeau. Di Léo Ferré, ancora sconosciuto nel 1948, incide Elle tourne… la Terre. Canta Charles Aznavour, Jacques Brel, Francis Carco, Francis Lemarque, Boris Vian. Negli anni ’50 canta Garde l’Espérance sulle note dell’Hatikva, l’inno dello Stato di Israele. Registra Trois fois merci senza successo, Jacqueline François la riprende, la registra e ne fa un successo! Da il suo ultimo concerto nel 1963 e decide di dedicarsi alla produzione di cantanti, in particolare Régine, Serge Lama e Tereza Kesovija.

Muore il 18 dicembre 2009, all’ospedale Michel-Ange di Parigi 16e, ed è sepolta il 21 dicembre nel cimitero di Montparnasse.

Consultare i nostri archivi su Renée Lebas

Renée Lebas – D’l’autre côté de la rue

Renée Lebas – Garde l’espérance

Documents joints

Condividere :
0:00
0:00

Vi piacerà anche

Pubblicazione di 4 nuovi spartiti corali e strumentali del compositore Itai Daniel

L'opera di Itaï Daniel è profondamente ispirata all'ebraismo ed alle sue musiche. Scoprite quattro nuovi spartiti di questo compositore: un…

IL SEDER DI PESSACH DEGLI EBREI DEL MAROCCO

In questo articolo, vi proponiamo di scoprire le principali canzoni e preghiere della sera del Seder di Pesach, secondo il…

Fondo Maurice El Médioni

Nel 2010, Maurice El Médioni ha donato all'IEMJ una serie di documenti audio, video di concerti, programmi, articoli di stampa…

El Médioni, Maurice (1928-2024)

Pianista, compositore, arrangiatore ed interprete, Maurice El Médioni, nato nel 1928 a Orano (Algeria), è stato uno dei principali protagonisti…