D’Or et de lumière – Or Vezahav – Musica di celebrazione

XVIII-21 Le Baroque Nomade

La musica ebraica gira intorno al Mediterraneo, così come gira intorno ad una meridiana, od alle feste dell’anno, da Rosh Hashanah a Purim. Passa anche da uno stile all’altro, dal barocco in ebraico alle romanze in giudeo-spagnolo, dai ritmi più vivaci alle melodie più malinconiche. Grazie ad un’ampia varietà di strumenti – tiorba, chitarre barocche, colascione, viola da terra, viole da gamba, flauti ed una miriade di percussioni – tutti i colori vengono svelati. Grazie all’approccio pionieristico ed umanistico, XVIII-21 Le Baroque Nomade propone una versione sensibile di questo repertorio, ricca di improvvisazione e di contrasti, che mette in evidenza tutte le influenze che la musica ebraica veicola.

XVIII-21 Le Baroque Nomade, diretto da Jean-Christophe Frisch, esplora le connessioni storiche e culturali tra il repertorio barocco europeo e le tradizioni musicali di altre parti del mondo.

Jean-Christophe Frisch – Flauti e direzione d’orchestra
Cyrille Gerstenhaber – Soprano, viola da gamba, nacchere, crota
Isabelle Schmitt – Mezzo, viola da gamba
Sharman Plesner: Violino, viola
Andreas Linos: Viola da gamba
Rémi Cassaigne: tiorba, chitarra rinascimentale
Romain Falik: chitarra barocca, tiorba, oud
Pierre Rigopoulos: Zarb, daf, rek

Per saperne di più ed ordinare il CD

Condividere :
0:00
0:00

Vi piacerà anche

Darius Milhaud e le sue opere ispirate alla tradizione ebraica

Compositore di un'antica famiglia ebraica del Comtat Venaissin, Darius Milhaud (1892-1974) è autore di una prolifica produzione di circa quaranta…

Trittico Darius Milhaud

Sabato 29 giugno 2024, ore 18.30 - Salle du Moulin Saint-Julien, Cavaillon (84300), serata in occasione del 50° anniversario della…

DAI CARPAZI AI BALCANI – UNA FUGA MUSICALE DA OVEST AD EST DEL DUO KALARASH & GUESTS

Il 16 giugno 2024, alle ore 18.00, presso l'Espace Rachi (Parigi 5e), concerto Des Carpates aux Balkans - Une escapade…