Fondo Bécache

Tesori d'archivio giudaico-arabi

I figli di Jean Bécache hanno affidato all’Istituto Europeo di Musica Ebraica il trattamento e la conservazione degli archivi del loro padre. Tra il 1930 e il 1945, Jean Bécache, musicista e compositore algerino, collezionò brani liturgici tradizionali algerini e musica arabo-andalusa.

Questo Fondo di circa 140 documenti è costituito da testi manoscritti sulla teoria della musica giudeo-araba, spartiti composti da Jean Bécache, di spartiti liturgici di rito algerino, di audiocassette e di archivi diversi (articoli di stampa, programmi di cerimonie …). Raccoglie anche un abbozzo di una raccolta di spartiti liturgici di rito orientale, oltre a 23 rari spartiti del “Repertorio di musica araba e moresca”, datata 1904/1905, raccolti da Edmond-Nathan Yafil sotto la direzione di Jules Rouanet.

Questo Fondo discografico è ormai consultabile sul catalogo delle nostre collezioni (Accedere al Fondo archivi di Jean Bécache) o su appuntamento presso l’Istituto Europeo di Musica Ebraica (contact@iemj.org)

Consultare la biografia di Jean Bécache

p_4895_couv.jpgp_4864_couv.jpg

Condividere :

Vi piacerà anche

Yerushalayim shel zahav (Jerusalem of Gold)

Questa playlist contiene 12 versioni della famosa canzone di Naomi Shemer, Gerusalemme d'oro (ירושלים של זהב - Yerushalayim shel zahav),…

Shemer, Naomi (1930 – 2004)

Considerata un'icona della poesia e della canzone israeliana, Naomi Shemer è nata il 13 luglio 1930 a Kvutzat Kinneret, un…

Pubblicazione di 4 nuovi spartiti corali e strumentali del compositore Itai Daniel

L'opera di Itaï Daniel è profondamente ispirata all'ebraismo ed alle sue musiche. Scoprite quattro nuovi spartiti di questo compositore: un…

IL SEDER DI PESSACH DEGLI EBREI DEL MAROCCO

In questo articolo, vi proponiamo di scoprire le principali canzoni e preghiere della sera del Seder di Pesach, secondo il…