Horse Raddish – Haskalah

HASKALAH
Il titolo dell’album è preso in prestito dal movimento dallo stesso nome iniziato da Moses Mendelssohn a metà del XVIII secolo. Evoca l’Illuminismo attraverso il filtro dell’identità ebraica in una visione modernista, un modo di pensare riformato in cerca di una società utopica ed umanista. Più pagano che pio, ci porta in un viaggio ai confini di un universo fantastico, pieno di colori vivaci e di culture diverse. È facile immaginare supereroi disarmati, personaggi alla ricerca di un amore universale od intimo, interessati a campi secolari come la letteratura, la filosofia, la musica e la matematica. Frutto di diversi anni di concerti in cui la forza narrativa ha preso il posto che merita, questi universi militano per un folklore di un domani.

Horse Raddish
In questi tempi in cui il dissimile fa paura, in cui l’altrove lontano non risveglia più desideri, noi, Horse Raddish, siamo lieti – SI – di assaporare la musica nomade di questi popoli paria. A volte malinconica, a volte frenetica, ricca della loro miscela di storia, amore e tradizioni. Venite a provare il viaggio… ” Non chiedere a chi conosce la tua strada, o non ti perderesti”… Erigendo questo pensiero ebraico come un manifesto, Horse Raddish riporta la musica klezmer alle sue radici, preoccupandosi di percorrere le strade secondarie dove il rock’n’roll croccante incontra il jazz avanguardista e giocoso. Un collettivo di improvvisatori la cui unica ambizione è quella di divertirsi, Horse Raddish si è costruito una solida reputazione nel circuito del live. Musica dal cuore che contamina il corpo, da ascoltare e ballare, seduti od in piedi.

Con:
Cédric Chatelain: flauto, sassofono soprano
Alexandre Leitao: fisarmonica
Michel Schick: clarinetto, clarinetto basso
Michel Taïeb: chitarra elettrica, voce
Simon Clavel: batteria
François Puyalto: basso elettrico

“Sognatori sfrontati, a volte persino sovraeccitati, ma prima di tutto improvvisatori esperti, questi sei cowboy dello swing yiddish attraversano l’Europa centrale con i loro ottoni e le loro chitarre elettriche, in stile musette rock…”.
Anne Berthod – Télérama

Visitare il sito web di Horse-Raddish
Ascoltare il programma radiofonico “Electric Yiddish: dal jazz rock al punk”, con Michel Schick del gruppo Horse Raddish

Ordinare il CD Haskalah sul negozio dell’IEMJ

 

 

 

couv4_haskalah_compressed.jpg

 

 

 

Condividere :
0:00
0:00

Vi piacerà anche

Darius Milhaud e le sue opere ispirate alla tradizione ebraica

Compositore di un'antica famiglia ebraica del Comtat Venaissin, Darius Milhaud (1892-1974) è autore di una prolifica produzione di circa quaranta…

Trittico Darius Milhaud

Sabato 29 giugno 2024, ore 18.30 - Salle du Moulin Saint-Julien, Cavaillon (84300), serata in occasione del 50° anniversario della…

DAI CARPAZI AI BALCANI – UNA FUGA MUSICALE DA OVEST AD EST DEL DUO KALARASH & GUESTS

Il 16 giugno 2024, alle ore 18.00, presso l'Espace Rachi (Parigi 5e), concerto Des Carpates aux Balkans - Une escapade…