Il canto liturgico degli ebrei etiopi: un destino israeliano

Martedì 20 giugno 2023, alle ore 19.00, presso il Centre d'Art et de Culture de l'Espace Rachi (39 rue Broca - 75005 Parigi)

Conferenza musicale di Simha Arom ed Olivier Tourny
Organizzata dall’Istituto Europeo di Musiche Ebraiche
Nell’ambito della 18ª edizione del Festival delle Culture Ebraiche

Alla fine degli anni ’80 e durante gli anni ’90, la comunità ebraica etiope è emigrata in massa in Israele, realizzando il sogno dei suoi antenati di tornare a Gerusalemme. Tuttavia, a causa di credenze e pratiche religiose considerate arcaiche, sono stati invitati ad aderire ad un ebraismo normativo più adatto al contesto dell’Israele contemporaneo. In queste condizioni, Simha Arom ha lanciato un programma di studio, registrazione e salvaguardia di questo patrimonio, coinvolgendo un gruppo di lavoro del Centro di ricerca francese di Gerusalemme e dell’Università Ebraica. Questo programma ha prodotto un gran numero di opere e pubblicazioni, tra cui l’antologia The Liturgy of Beta Israel – Music of the Ethiopian Jewish Prayer pubblicata nel 2018 dal Jewish Music Research Center dell’Università Ebraica di Gerusalemme.

Una trentina di anni dopo, cosa è successo alla canzone della comunità ebraica etiope? Questa presentazione ne illustrerà il destino

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦


I relatori:

Direttore di ricerca emerito presso il CNRS, Simha Arom è membro fondatore della Société française d’ethnomusicologie, della Société française d’analyse musicale, della European Society for the Cognitive Sciences of Music (ESCOM) e dell’European Seminar in Ethnomusicology; è inoltre membro della Société française de musicologie e del Consiglio di amministrazione del progetto The Universe of Music (UNESCO).

Nel 2014 Simha Arom ha ricevuto il Prix Antoine Bernheim dalla Fondation du judaïsme français.

Direttore di ricerca presso il CNRS, Olivier Tourny è un etnomusicologo specializzato nella musica rituale e liturgica dell’Etiopia e di Gerusalemme. Direttore del programma “Etnomusicologia dell’Etiopia”, poi direttore del Centro di ricerca francese a Gerusalemme, lavora oggi presso l’Institut d’Ethnologie Méditerranéenne, Européenne, Comparative d’Aix-Marseille Université.

Moderatore: Hervé Roten, direttore dell’Istituto Europeo di Musiche Ebraiche.

Vi piacerà anche

Léon Algazi (1890-1971), un pioniere della musica ebraica in Francia

Nella serie "Percorsi di vita", Jacques Algazi (1934-2021) rivela la vita di suo padre, Léon Algazi (1890-1971), un instancabile musicista…

Sefarad in the piano – Toni Costa

Ispirato dalla poesia popolare giudeo-spagnola, dal jazz, dalla musica antica e dai ritmi popolari del flamenco, il pianista Toni Costa…

The Hoffman Book

Presentato da Susan Watts e curato da Ilana Cravitz, dal dottor Hankus Netsky e dalla dottoressa Hannah Ochner, The Hoffman…