L’enfer aussi a son orchestre

Hélios Azoulay e Pierres-Emmanuel Dauzat

Librairie Vuibert, 09-2015, 208 p.

Questo libro è la storia inimmaginabile di una musica nata nell’inferno dei campi nazisti. Si incontrano donne, uomini e bambini sull’orlo di un abisso da cui la musica è emersa, a volte dandogli la forza di vivere o di resistere. D’altra parte, ci sono le SS che hanno tradito la musica e l’hanno usata per annientare ancora di più. Questo racconto sensibile e commovente fa rivivere per la prima volta un aspetto poco sconosciuto della storia della Shoah.

E poiché la musica è la via più pura che porta dall’anima al cuore, si esce da questa lettura completamente stravolti.

Il libro è accompagnato da un CD dell’Ensemble de musique incidentale. In appendice, un capolavoro inedito di Viktor Ullmann scritto durante la deportazione.

Per saperne di più
Ordinare il libro

Condividere :
0:00
0:00

Vi piacerà anche

Fondo Maurice El Médioni

Nel 2010, Maurice El Médioni ha donato all'IEMJ una serie di documenti audio, video di concerti, programmi, articoli di stampa…

El Médioni, Maurice (1928-2024)

Pianista, compositore, arrangiatore ed interprete, Maurice El Médioni, nato nel 1928 a Orano (Algeria), è stato uno dei principali protagonisti…

Léon Algazi (1890-1971), un pioniere della musica ebraica in Francia

Nella serie "Percorsi di vita", Jacques Algazi (1934-2021) rivela la vita di suo padre, Léon Algazi (1890-1971), un instancabile musicista…