Wagner antisémite

di Jean-Jacques Nattiez

Christian Bourgeois Editeur, 05-11-2015, 708 p.

La grandezza di uno dei musicisti più notevoli del mondo occidentale può giustificare delle posizioni tra le più abiette che ci siano? E soprattutto: può giustificare il fatto di ignorarle?

Le loro manifestazioni sono purtroppo fuor di dubbio : nel suo saggio “L’ebraicità nella musica” (1850) od altri scritti di cui troveremo qui nuove traduzioni, oltre ad un inedito in francese. Ma si può dire che i libretti e la musica stessa delle sue opere siano antisemiti? L’antisemitismo wagneriano è un argomento a dir poco controverso nella letteratura specializzata, di cui troveremo qui un bilancio critico e polemico, che mette in gioco l’indagine biografica, la storia generale, la storia dell’antisemitismo, la storia della musica, la musicologia, la semiologia, la psicoanalisi e l’estetica.

E come spiegarlo? Perché lui stesso sarebbe stato un ebreo? Molti dei suoi contemporanei lo credevano, come dimostra la vasta collezione di caricature del compositore raccolte in questo lavoro. Al termine di un attento esame, è necessario porsi domande scomode : l’esecuzione o la rappresentazione delle opere di Wagner deve essere vietata? Bayreuth deve essere chiuso?

Per saperne di più.
Ordinare il libro.

Condividere :

Vi piacerà anche

DU CÔTÉ DE CHEZ SZWARC CON HERVÉ ROTEN

Hervé Roten, ospite di Radio Shalom con Sandrine Szwarc, nel suo programma Du Côté de chez Szwarc, presenta con passione…

Darius Milhaud e le sue opere ispirate alla tradizione ebraica

Compositore di un'antica famiglia ebraica del Comtat Venaissin, Darius Milhaud (1892-1974) è autore di una prolifica produzione di circa quaranta…

Trittico Darius Milhaud

Sabato 29 giugno 2024, ore 18.30 - Salle du Moulin Saint-Julien, Cavaillon (84300), serata in occasione del 50° anniversario della…