Yarkoni, Yaffa (1925-2012)

Cantante israeliana, soprannominato la "cantante delle guerre"

Yaffa Yarkoni nasce a Givatayim nel 1925 nella Palestina mandataria. Una delle sue canzoni più note è “Bab-el-Oued” (1948), dedicata ai soldati israeliani morti durante la Guerra d’Indipendenza.

Yaffa Yarkoni è la maggiore di tre figli di Avraham Abramov e Malka Alkhassov. I suoi genitori erano ebrei caucasici emigrati in Palestina all’inizio del XX secolo.

Trascorre la sua infanzia a Tel Aviv ed a Givat Rambam (ora quartiere di Givatayim), ed inizia la sua carriera artistica in un caffè di quartiere chiamato “Tzlil” (“Suono”), esibendosi con sua sorella Tikva e suo fratello Binyamin in un popolare trio chiamato ” Bamati” (“La mia scena”).

Su raccomandazione del cantante Shmuel Fischer, Yaffa entra a far parte della compagnia di balletto di Gertrud Kraus, una delle pioniere della danza in Israele, e vi balla per una decina d’anni.

doc_1_yarkoni.jpg

Il 21 settembre 1944, sposa Yossef Gustin, che parte alla guerra il giorno dopo il matrimonio come volontario nella Brigata Ebraica, una unità dell’8° Armata britannica. Gustin cade il 29 marzo 1945 combattendo contro i tedeschi sul fiume Senio in Italia. La canzone Ouri, parole di Rafael Klatchkin e musica di Issakhar Meron, è stata creata in sua memoria.

Nel 1948, Yaffa sposa Shaike Yarkoni (morto nel 1983), comandante dell’Hagana e uno dei fondatori delle forze armate israeliane. Insieme avranno tre figlie.

Successivamente entra a far parte della compagnia musicale “Khichtron” dell’IDF affiliata alla brigata Givati. Bab el-Wad, una canzone che cantava all’epoca, è diventata un classico, cantata ogni anno nel Giorno della Memoria (Yom ha-zikaron). Dopo la guerra, interpreta delle canzoni per la stazione radio Kol Yisrael.

La maggior parte delle canzoni di Yaffa Yarkoni sono state scritte da Tuli Reviv e Haim Hefer. Ha anche interpretato alcune delle prime canzoni per bambini di Naomi Shemer.

doc_2_yarkoni.jpg

Durante una tregua durante la Guerra d’Indipendenza, Yarkoni registra un primo disco presso lo studio Radio Doctor, che riceve una grande accoglienza favorevole da parte del pubblico, in particolare l’hit rumeno Eynayim yeroukot che è considerata oggi la prima canzone pop in Israele. Successivamente la cantante firma un contratto con la nuova casa discografica Hed Artzi che pubblicherà tutti i suoi album.

L’album Bab el Wad contiene brani della Guerra d’Indipendenza, come Haamini yom yavo, Rabotaï Hahistoria khozeret, Hafindjan, Khen efschar, Doudou, Yatzanu at che il pubblico identificherà come composizioni di Yaffa Yarkoni, anche se molte tra di esse erano state interpretate in precedenza dalla troupe “Tchizbatron”.

Negli anni 1950-1960, Yaffa Yarkoni diventa la cantante numero 1 in Israele, in particolare con una serie di canzoni, trasmesse alla radio, che magnificano lo stato di Israele (Baarvot Hanegev, Hasavta baNegev (parole : Avchalom Cohen, 1948)) .

Raggiunge il suo più grande successo nel 1951 con canzoni da salotto, valzer e tanghi, che accompagnano i balli nei caffè dell’epoca.

Nel 1959 esce l’album Nirkoda im Yaffa Yarkoni, che raccoglie le sue canzoni, tra cui Habibi, Artzenu haktantonet, Skharkhoret. La stampa scandalistica le attribuisce spesso una rivalità immaginaria con l’altra grande cantante del momento, Shoshana Damari.

doc_3_yarkoni.jpg

Sempre negli anni Cinquanta incide alcuni album per bambini, due dei quali riscuotono particolare successo: Chirey yeladim kevakachatkha, che comprende le canzoni Agala im soussa (già registrata nel 1948) e Doubon Yambo o Youmbo scritti da Yekhiel Mohar, oltre all’album Chirim miKineret (1957) con delle canzoni di Naomi Shemer, compositrice e poetessa di Kvutzat Kinneret (un kibbutz in Galilea), allora al suo debutto nella musica.

Yaffa Yarkoni registra successivamente un altro disco per bambini, che include l’hit Abba cheli con porole di Talma Eligon.

Muore il 1° gennaio 2012, all’ospedale Re’out di Tel Aviv, della malattia di Alzheimer, i cui primi sintomi erano comparsi nel 2001 e che si erano aggravati nel 2008. Yaffa Yarkoni lascia tre figlie, otto nipoti e otto pronipoti.

Fonti :
– Wikipedia : https://en.wikipedia.org/wiki/Yafa_Yarkoni
– CRIF : http://www.crif.org/fr/actualites/Israel-deces-de-Yaffa-Yarkoni28706
https://jwa.org/encyclopedia/article/yarkoni-yaffa

Ascoltare la playlist dedicata a Yaffa Yarkoni

Consultare i nostri archivi su Yaffa Yarkoni

Vi piacerà anche

François Meïmoun, Kaddish, per mezzo e quartetto d’archi

Lo spartito del suo Kaddish per mezzosoprano e quartetto d'archi, pubblicato presso le Editions de l'IEMJ, è stato eseguito in…

Concerto La Nuova Scuola Ebraica di San Pietroburgo

Il 16 giugno 2022 alle ore 20.00, presso le Archives nationales / Hôtel de Soubise - Parigi. Concerto proposto dall'IEMJ,…

Jacques Arnold, una vita al servizio della hazzanut

Nella serie "Percorso di vita", scoprite l'accattivante personalità di Jacques Arnold, il cantore, che ci narra il suo apprendistato nell'arte…