IL GIORNALE DI Anne Frank

Musica del film animato, composizione: Carine Gutlerner

Questo disco è proposto integralmente all’ascolto nella playlist qui di seguito

Stéphane Dykman, produttore, ha domandato alla pianista e compositrice Carine GUTLERNER di fargli delle proposte per una musica originale, che sarebbe stata concepita principalmente per violino, ma con sviluppi possibili per una formazione dalle dimensioni di un’orchestra di musica da camera: « Intendevo una musica semplice e profonda , suonata da un massimo di dieci o quindici musicisti ». Conoscevo Carine Gutlerner e sapevo che aveva tutte le qualità necessarie per scrivere una colonna sonora potente e melodica allo stesso tempo. La musica è stata elaborata su di un periodo di 12 mesi (che è eccezionale nel settore del cinema) ed è intimamente intrecciata all’adattamento stesso. Diversi pezzi hanno influenzato il montaggio di intere sequenze, giocando a volte un ruolo narrativo di primo piano. Volevamo prima registrare la musica, semplicemente per se stessa, indipendentemente dalle necessità del film, ogni pezzo nella sua interezza, nella sua integrità. Le registrazioni specifiche per il film sono state realizzate soltanto in un secondo tempo.

Il CD riflette questo stato d’animo.

Siamo riusciti a riunire alcuni dei migliori solisti francesi. Sono tutti artisti di primo piano, non solo virtuosi del loro strumento, ma anche molto creativi, immaginativi ed ispirati nel loro modo di suonare. Carine Gutlermer che dirige e suona il pianoforte, ha un senso straordinario dell’immagine ed è riuscita a catturare “la piccola musica” del Giornale, così speciale e così commovente.

I MUSICISTI

Carine HD GUTLERNER

Compositrice, pianista-concertista e maestro di coro. È stata formata da Flore Levine.

Primo premio per pianoforte al Conservatorio Reale di Bruxelles. Dottorato in Pianoforte (DMA) e Master in Direzione di Coro presso l’Università del Kansas. Presenta con altrettanta passione il repertorio classico e quello contemporaneo (ToruTakemitsu, Frédéric Van Rossum, William Mayer, Georges Rochberg, Peter Eötvös…). Ha anche composto la musica originale per il film di riferimento “Paul Delvaux: taccuini di schizzi e di dipinti”.

Carine Gutlerner dedica questo CD a suo padre e alle vittime della Shoah.

www.carinegutlerner.com

Laurent KORCIA

Violinista francese. Ha registrato la musica del film su uno Stradivario lo “Zahn” del 1719.

Ha vinto numerosi concorsi tra cui il “Paganini” all’età di 18 anni, Gran Premio del Concorso Jacques Thibaud, solista con le più grandi orchestre francesi e straniere. Ha registrato le sonate per violino solo di Ysaye, un “Bartók” (Lyrinx) e « il violino dell’Europa Centrale » (con Georges Pludermacher al pianoforte-BMG/RCA). Virtuosità, inventiva, temperamento focoso. Laurent Korcia suona su uno Stradivario – lo “Zahn” – imprestato da LVMH.

www.agencedianedusaillant.com

Xavier PHILLIPS

Violoncellista francese. Ha registrato la musica del film su di un Matteo Gofriller del 1710.

Numerosi premi tra cui il concorso Rostropovitch (1990). Choc di musica per le sue sonate di Schnittke, Shostakovich e Prokofiev con il pianista Hüseyin Sermet (Harmonia Mundi). Suona regolarmente con le più grandi orchestre del mondo. Tournée in Giappone con Laurent Korcia e Jean-Marc Luisada.

www.xavierphillips.com

Philippe BERNOLD

Flautista. Primo Gran Premio al Concorso Internazionale di Flauto Jean-Pierre Rampal nel 1987. Unico francese vincitore di questo prestigioso concorso dalla sua creazione, è considerato uno dei più brillanti rappresentanti della Scuola di flauto francese.

www.philippebernold.fr

E gli altri musicisti: Hervé Joulain, membro dell’Octuor à Vent Paris-Bastille come Olivier Doise, Romain Guyot, Jean François Duquesnoy, ognuno dei quali ha una carriera da solista. Florence Roussin e Vinciane Béranger sono membri del Quatuor Cosi. Emmanuelle Bertrand, primo premio al concorso di musica da camera del Giappone e dell’Accademia Internazionale Maurice-Ravel. Bernard Cazauran, professore di contrabbasso al CNSM di Lione; ha suonato in particolare con l’Orchestra di Parigi sotto la direzione di Solti, Bernstein, Barenboim, ha creato il dittico di Henri Dutilleux. Christine Icart è considerata come una delle migliori arpiste della sua generazione. Eric Sammut è membro dell’Orchestra di Parigi. Ariane Jacob, che è pianista, ha gentilmente prestato il suo aiuto per le parti di celesta.

————-

Prodotto da Stéphane Dykman & Globe Trotter Network SA (Francia). Registrato allo Studio Davout (Parigi). Registrazione & missaggio Claude Ermelin, assistente Stéphane Reichart. Montaggio: Florence Gambini. Masterizzazione: François Breillat (Digipro).

Assistente musicale: Claude Abromont. © ADLEEK SA, tutti diritti riservati. Immagini del film tratte dal cartone animato © A-N

Comitato di produzione Immagini tratte dal Making of © Stéphane Dykman

Vi piacerà anche

Pubblicazione di 3 nuove opere del compositore Serge Kaufmann

Le Edizioni dell'IEMJ pubblicano tre nuove composizioni di Serge Kaufmann, Ima ou la Mère dépossédée, Dix duos pour 2 violons…

La musica sinagogale a Parigi all’epoca del primo tempio concistoriale (1822-1874)

Nella sua tesi di dottorato, ora disponibile in formato digitale, Gérard Ganvert fornisce uno studio approfondito della musica sinagogale a…