Pubblicazione di 3 nuove opere del compositore Serge Kaufmann

Pubblicazione di tre nuovi spartiti per le Edizioni dell'IEMJ

Le Edizioni dell’IEMJ sono liete di annunciare la pubblicazione di tre nuovi spartiti di Serge Kaufmann:

Ima ou la Mère dépossédée, Cantata per mezzosoprano solo, recitante, coro misto, pianoforte, clarinetto, violoncello e percussioni

Dix duos pour deux violons (Dieci duetti per due violini)

Dix duos pour deux violoncelles (Dieci duetti per due violoncelli)

 


Come lo descrive Alain Duault[1]Alain Duault è uno scrittore, poeta, conduttore radiofonico e televisivo francese specializzato nel campo della musica classica e dell’opera, nato l’11 gennaio 1949 a Parigi, Serge Kaufmann non è solo “un compositore, ma un compositore ebreo che ci offre (…) brandelli di una memoria frammentata di cui si sente uno dei portatori – come se queste pagine di spartito si arrotolassero e diventassero un’altra Torah,  simbolica, quella in cui un Dio senza nome parla in modo luminoso, che gli permette appunto di essere ascoltato proprio nella notte…”.

La cantata Ima ou la mère dépossédée (Ima o la madre spossessata), composta nel 2003, è una delle opere maggiori di Serge Kaufmann. Essa testimonia dell’importante attaccamento dell’autore alla propria madre e di un sentimento di fraternità con il popolo ebraico che gli si rivelò in particolare quando scoprì, nel 1950, al suo arrivo a Parigi, la portata di ciò che realmente era accaduto durante la seconda guerra mondiale.

Questo lavoro terrificante è il risultato di un ordine di Patrick de Chirée, direttore del Festival Éclat de voix di Auch, che desiderava che Serge Kaufmann scrivesse uno Stabat Mater. A questa richiesta, il compositore fece questa battuta rivelatrice: “Piuttosto che scriverti uno Stabat Mater, preferirei scrivere uno Shabat Mater!”, proposta che fu accettata da Patrick de Chirée. Ima è questa madre ebrea che fino allo stremo delle sue forze vuole salvare suo figlio dalla morte, essere innocente, che le viene strappato per essere condotto alle camere a gas.

Come lo afferma lo stesso Serge Kaufmann, nato da un padre ebreo che aveva abbandonato la famiglia, e da una madre custode del Tempio, ebrea nel cuore e protestante nella carne, « Ima, (…), è quello che sarebbe potuto arrivare a me stesso ».

Ascoltare un estratto di Ima ou la Mère dépossédée (CD Coll. PMJF n° 8 – Le Edizioni dell’IEMJ, 2009), Ensemble vocal Unité, dir. C. Nadalet

 

Quanto ai Dieci duetti per due violini e Dieci duetti per due violoncelli, la cui consonanza (o risonanza) ebraica è innegabile, sono stati composti nel 1997 e non fanno eccezione alla ricerca identitaria del compositore ed al suo rapporto/contributo con l’ebraismo.

Ascoltare un estratto del Duo n° 7 (CD Coll. Classiques n° 3, Le Edizioni dell’IEMJ, 2017) eseguito da V. Constant e K. Alemany

Ascoltare il Duo n°10 (CD Coll. Classiques n°3, Le Edizioni dell’IEMJ, 2017) eseguito da V. Constant e K. Alemany

 

Ordinare gli spartiti online:


Consultare la lista delle opere di Serge Kaufmann nel negozio online dell’IEMJ


Estratto di Ima ou la Mère dépossédée, durante il concerto in omaggio a Serge Kaufmann (2010)

References
1 Alain Duault è uno scrittore, poeta, conduttore radiofonico e televisivo francese specializzato nel campo della musica classica e dell’opera, nato l’11 gennaio 1949 a Parigi

0:00
0:00

Vi piacerà anche

Tsuzamen – Sirba Octet

Questo album è una formidabile testimonianza di speranza: quella degli ebrei, degli armeni, degli zingari, i cui repertori sono stati…

Fondo Jacinta

Depositato all’IEMJ nel maggio del 2022 dall’artista, il Fondo d’archivio di Jacinta è composto da una quarantina di fotografie, dalla…

JACINTA, TRA CANZONI YIDDISH, GIUDEO-SPAGNOLE E TANGO

Nella serie "Percorsi di vita", scoprite la personalità accattivante di Jacinta, un'interprete di origine argentina che canta l’yiddish, il giudeo-spagnolo...…

JACINTA, UNA VITA IN CANZONE

Scoprite una selezione di canzoni yiddish, giudeo-spagnole, argentine e francesi di Jacinta, un'artista dalla voce d'oro