Offenbach, Jacques (1819-1880)

Jacob Offenbach nasce a Colonia il 20 giugno 1819. E’ figlio di Isaac Eberst (1779-1850), musicista e cantore della sinagoga. Originario di Offenbach-sur-le-Main, Isaac Eberst adotta il cognome di Offenbach intorno al 1810, in virtù del decreto napoleonico del 28 luglio 1808 che impone a tutti gli ebrei dell’Impero di assumere un “nome definitivo”, per facilitarne il censimento e la tenuta dello stato civile.

Jacob Offenbach (che, più tardi si farà chiamare Jacques) inizia a comporre all’età di nove anni. Violoncellista e musicista di talento, è inviato all’età di 14 anni al Conservatorio di musica di Parigi, insieme a suo fratello Julius. Nello stesso tempo, dal 1 dicembre 1833, Jacques Offenbach è incaricato della “formazione e direzione del coro” della sinagoga Notre-Dame de Nazareth a Parigi, posizione che occuperà solo sei mesi a seguito di un disaccordo con le autorità rabbiniche della sinagoga che lo accusano di suonare in un’orchestra lo Shabbat.

Dopo un anno al conservatorio, Offenbach, il cui comportamento è considerato troppo dissipato, si trova costretto a lasciarlo. Successivamente, si unisce all’orchestra dell’Opéra-comique ed è notato da Jacques F. Halévy, compositore, che gli dà delle lezioni. Nel frattempo, la sua reputazione  cresce. Compone alcune musiche di scena per l’Opéra-comique e dal 1839 tiene dei concerti al violoncello.

Diventa noto grazie a delle melodie leggere, e diventa direttore musicale della Comédie française nel 1847. Emulo di Rossini e di Mozart, è il creatore dell’opéra-bouffe francese[1]opéra-bouffe : Come l’opéra-comique e l’operetta, l’opéra-bouffe presenta una successione di scene cantate e dialoghi parlati. Ma, mentre l’opéra-comique può trattare di … Lire la suite. Otto anni dopo, decide di aprire il suo teatro per produrvi le sue opere: la sala delle Bouffes-Parisiens, inaugurata nel 1855. E’lì che è creata con successo la prima opera-bouffe di Offenbach, Orphée aux Enfers(1858). Le sue opere successive (La Grande-Duchesse de Gérolstein, La Vie parisienne, Les Brigands) sono ugualmente ben accolte. L’epoca definita “festa imperiale” di cui Offenbach diventa in quindici anni una delle figure emblematiche, è brutalmente interrotta dalla guerra franco-prussiana del 1870. Sempre attento al gusto del pubblico, Offenbach si dedica allora all’opera-bouffe-féérie (Le Roi Carotte) e poi all’opera patriottica (La Fille du Tambour-Major).

Offenbach muore pochi mesi prima della prima dell’opera che gli avrebbe portato il riconoscimento tanto desiderato, Les Contes d’Hoffmann, una delle opere francesi più rappresentate attualmente.

Jacques Offenbach è l’autore di diversi canti sinagogali (Ashamnou, Tavo lefanecha…) composti in occasione delle visite a suo padre a Colonia[2]Queste due arie sono state pubblicate nel 1997 nel CD Gesänge aus der Synagoge / Chants of the synagogue, Vol. 2 Koch Schwann Aulos.. All’età di 16 anni ha anche scritto una serie di valzer su motivi israeliti del XV secolo, intitolata Rebecca (1837, inedito)

Per saperne di più :

Documents joints

References
1 opéra-bouffe : Come l’opéra-comique e l’operetta, l’opéra-bouffe presenta una successione di scene cantate e dialoghi parlati. Ma, mentre l’opéra-comique può trattare di argomenti “seri”, e l’operetta di storie piuttosto sentimentali, l’opéra-bouffe è solo “buffonesca”, parodica o satirica, di natura leggera o sarcastica. Il genere sarà ripreso in particolare da Francis Poulenc (1899-1963) con Les Mamelles de Tirésias.
2 Queste due arie sono state pubblicate nel 1997 nel CD Gesänge aus der Synagoge / Chants of the synagogue, Vol. 2 Koch Schwann Aulos.

Condividere :
0:00
0:00

Vi piacerà anche

DU CÔTÉ DE CHEZ SZWARC CON HERVÉ ROTEN

Hervé Roten, ospite di Radio Shalom con Sandrine Szwarc, nel suo programma Du Côté de chez Szwarc, presenta con passione…

Darius Milhaud e le sue opere ispirate alla tradizione ebraica

Compositore di un'antica famiglia ebraica del Comtat Venaissin, Darius Milhaud (1892-1974) è autore di una prolifica produzione di circa quaranta…

Trittico Darius Milhaud

Sabato 29 giugno 2024, ore 18.30 - Salle du Moulin Saint-Julien, Cavaillon (84300), serata in occasione del 50° anniversario della…