Fondo Jacques Chalude, noto come Ben Baruch

Una delle più grandi voci dell'arte cantoriale nel rito ashkenazita!

Questo fondo raccoglie documenti, spartiti e archivi vari (foto, manifesti, ecc.) che ripercorrono la vita e la carriera di Jacques Chalude (1914-1997), che iniziò la sua carriera come cantante yiddish con il nome di “Ben Baruch” prima di diventare cantore presso la sinagoga Notre-Dame-de-Nazareth (Parigi 3° arrondissement).

Questa importante collezione di oltre 440 documenti (compresi i sontuosi dischi 78 giri dipinti) è stata donata all’IEMJ da Joël Chalude, il figlio di Jacques Chalude. Questi archivi sono ora disponibili per la consultazione nel catalogo delle nostre collezioni (accedere al fondo Jacques Chalude) o su appuntamento con l’Istituto Europeo di Musiche Ebraiche (contact@iemj.org)

Vi piacerà anche

Pubblicazione di 3 nuove opere del compositore Serge Kaufmann

Le Edizioni dell'IEMJ pubblicano tre nuove composizioni di Serge Kaufmann, Ima ou la Mère dépossédée, Dix duos pour 2 violons…

La musica sinagogale a Parigi all’epoca del primo tempio concistoriale (1822-1874)

Nella sua tesi di dottorato, ora disponibile in formato digitale, Gérard Ganvert fornisce uno studio approfondito della musica sinagogale a…