Concerto Matrouz di Simon Elbaz

Creazione artistica di Langues et Musiques Entrecroisées

Matrouz significa “ciò che è ricamato” in arabo. Questo patrimonio orale giudeo-maghrebino, nato nel crogiolo multiculturale della prolifica Andalusia medievale, è cantato in arabo ed ebraico.

Per questa creazione, Simon Elbaz esplora diverse modalità espressive: la musica, il canto, la narrazione ed il teatro che, per la prima volta, “occupa il centro della scena” nel repertorio Matrouz.

L’estratto del concerto Matrouz che segue combina la poesia con la musica maghrebina-andalusa, giudeo-spagnola, orientale e medievale. Un viaggio dalla tradizione alla creazione contemporanea, da un villaggio marocchino a Parigi.

Ordinare il set DVD-CD Matrouz

Estratti dal concerto Matrouz registrato presso il Centre d’Art et de Culture – Espace Rachi (2015)

Con:
-Simon Elbaz: composizioni, arrangiamenti, voce, liuto
e l’Ensemble Amedyez :
-Rachid Brahim-Djelloul: violino, voce
-Noureddine Aliane: mandolino, liuto
-Sofia Djemaï: mandolino
-Dahmane Khalfa: percussioni

Autoprodotto senza alcun sostegno finanziario
realizzato da “Artisans du Matrouz” con una videocamera, un computer e il gentile sostegno di :
Films de l’Atalante, Centre d’Art et de Culture de l’Espace Rachi, Ed. Les Patriarches Dar Al-Uns.
©2015
1 h 59 min, Colore

MATROUZ / Tel +33 (0)6 10 77 15 24 / simon.elbaz@matrouz.com

Vi piacerà anche

Léon Algazi (1890-1971), un pioniere della musica ebraica in Francia

Nella serie "Percorsi di vita", Jacques Algazi (1934-2021) rivela la vita di suo padre, Léon Algazi (1890-1971), un instancabile musicista…

Sefarad in the piano – Toni Costa

Ispirato dalla poesia popolare giudeo-spagnola, dal jazz, dalla musica antica e dai ritmi popolari del flamenco, il pianista Toni Costa…

The Hoffman Book

Presentato da Susan Watts e curato da Ilana Cravitz, dal dottor Hankus Netsky e dalla dottoressa Hannah Ochner, The Hoffman…